h1

Le diable en partage

maggio 26, 2010
da martedì 25 >a sabato 29 MAGGIO [ore 20.30]
PICCOLA CORTE
Le diable en partage
di Fabrice Melquiot Francia
versione italiana Maria Rosaria Buffa
regia Filippo Dini
interpreti Massimo Brizi, Mariella Speranza, Antonietta Bello, Maximilian Dirr,
Fabrizio Maiocco, Davide Pedrini, Manuel Zicarelli
Un giovane serbo, Lorko, è in prigione. È un traditore. Non vuole combattere. Non vuole diventare un eroe,
partecipare alla gloriosa resurrezione della nazione serba. Egli pensa alla sua ragazza che ama più di qualsiasi
cosa al mondo: alla sua ragazza che per i suoi parenti e per i suoi connazionali è una nemica, perché Elma è una bosniaca, una musulmana. Un militare picchia Lorko, lo minaccia, gli ricorda i suoi doveri verso la patria. Lorko è costretto ad adeguarsi a un odio verso il nemico che egli non condivide, ma che tutti gli altri sembrano partecipare intensamente. Lorko parte dunque per il fronte, dove fa una strage di uccelli e di animali domestici. La sua storia s’intreccia con quella di Jovan, suo fratello minore, e di Alexandre, l’amico accolto in famiglia dopo la morte dei genitori. Il tragico presente si mescola con il ricordo di un passato felice, quando nulla lasciava presagire lo scoppio di una violenza così mostruosa.
Lorko deve fuggire da quell’inferno. Diserta e fugge verso la Francia, mentre laggiù, in Bosnia, la guerra si sporca sempre più di sangue. Elma diventa la nemica, mentre Alexandre e Jovan partecipano ai massacri: le ferite fisiche
dell’uno rinviano alla corruzione morale dell’altro. Anche i genitori di Lorko vengono coinvolti in questa folle opera di distruzione.
Nato nel 1972, Fabrice Melquiot è autore già affermato nel teatro francese. Con Le diable en partage, scritto nel 2002, egli affronta il tema della guerra nella ex Jugoslavia. Violenza e barbarie si mescolano nell’interno famigliare: è possibile ancora credere che l’amore sia più forte della guerra? Le diable en partage viene proposto nella Rassegna grazie alla collaborazione del progetto “Face à face”.

da martedì 25 >a sabato 29 MAGGIO [ore 20.30]PICCOLA CORTELe diable en partagedi Fabrice Melquiot Franciaversione italiana Maria Rosaria Buffaregia Filippo Diniinterpreti Massimo Brizi, Mariella Speranza, Antonietta Bello, Maximilian Dirr,Fabrizio Maiocco, Davide Pedrini, Manuel ZicarelliUn giovane serbo, Lorko, è in prigione. È un traditore.Non vuole combattere. Non vuole diventare un eroe,partecipare alla gloriosa resurrezione della nazioneserba. Egli pensa alla sua ragazza che ama più di qualsiasicosa al mondo: alla sua ragazza che per i suoi parentie per i suoi connazionali è una nemica, perchéElma è una bosniaca, una musulmana. Un militarepicchia Lorko, lo minaccia, gli ricorda i suoi doveriverso la patria. Lorko è costretto ad adeguarsi a unodio verso il nemico che egli non condivide, ma che tutti gli altri sembranopartecipare intensamente. Lorko parte dunque per il fronte, dove fa una stragedi uccelli e di animali domestici. La sua storia s’intreccia con quella di Jovan,suo fratello minore, e di Alexandre, l’amico accolto in famiglia dopo la mortedei genitori. Il tragico presente si mescola con il ricordo di un passato felice,quando nulla lasciava presagire lo scoppio di una violenza così mostruosa.Lorko deve fuggire da quell’inferno. Diserta e fugge verso la Francia, mentrelaggiù, in Bosnia, la guerra si sporca sempre più di sangue. Elma diventa lanemica, mentre Alexandre e Jovan partecipano ai massacri: le ferite fisichedell’uno rinviano alla corruzione morale dell’altro. Anche i genitori di Lorkovengono coinvolti in questa folle opera di distruzione.Nato nel 1972, Fabrice Melquiot è autore già affermato nel teatro francese.Con Le diable en partage, scritto nel 2002, egli affronta il tema della guerranella ex Jugoslavia. Violenza e barbarie si mescolano nell’interno famigliare:è possibile ancora credere che l’amore sia più forte della guerra? Le diable enpartage viene proposto nella Rassegna grazie alla collaborazione del progetto“Face à face”.

Primo spettacolo della Rassegna di drammaturgia contemporanea

INGRESSO LIBERO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: