h1

Legalità e giustizia

giugno 8, 2010

venerdì 18 giugno 2010 alle ore 17.30

presso il Salone di Rappresentanza Palazzo Tursi, in Via Garibaldi 9

Incontro pubblico con Gianni Lannes  giornalista e fotografo italiano investigativo, freelance, direttore dal giugno del 2009 del giornale online http://www.Italiaterranostra.it

“Se il mare fosse un libro, vi leggeremmo la tragedia di cinque uomini, un cane e una barca. Una storia ufficiale intrisa di menzogne, plasmata con l’occultamento delle prove, il depistaggio delle indagini e sigillata dal segreto di Stato, blindato dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in un decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 6 luglio 2009.”

Lannes presenterà il suo ultimo libro:

“Nato: colpito e affondato”

la storia dell’affondamento di un peschereccio, “Francesco Padre” , con su 5 pescatori la cui unica colpa fu di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Nel mar Adriatico, in quel periodo (1994) oggetto di esercitazione della NATO, prove concrete come componenti di esplosivi bellici in uso all’Alleanza atlantica, testimonianze di esperti, portano a esplosione del peschereccio causa missile o razzo, ma la magistratura ha archiviato il caso per esplosione interna.

Sono passati tanti anni ed ancora, nonostante molte prove non si è fatta giustizia nè per i cinque pescatori, nè per i famigliari, neppure per tutti i casi simili avvenuti negli anni successivi. Purtroppo le ragioni di Stato giustificano e celano le stragi.
Si parlerà di quel caso e di tanti altri analoghi nascosti dall’Alleanza Atlantica con la solidarietà del nostro Governo, di come l’Italia sia di fatto nè sovrana nè indipendente, ma succube degli USA.

Il nostro Paese paga miliardi di euro per mantenere le basi militari americane che occupano il nostro territorio. Paga in euro e in vite umane le guerre. Paga con nuovi debiti le armi e gli ordigni che l’esercito degli Stati Uniti d’America vuole venderci (vedi F 35) per fare più morti e più distruzioni nelle sue guerre. I partiti italiani per dimostrarsi amici di chi tiene in pugno con le guerre e con il terrore svenano le casse pubbliche sempre più indebitate.

Poi non ci sono risorse per la scuola, per la sanità, per la ricerca, per i servizi pubblici dignitosi, per il lavoro, per le imprese, per le famiglie.
video intervista a Gianni Lannes
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: