h1

Festival musicale del Mediterraneo

giugno 28, 2010

FESTIVAL MUSICALE DEL MEDITERRANEO

19a Edizione • “Suoni indigeni. Survival music->survival people”

dal 29 giugno al 4 luglio 2010 • Piazza delle Feste, Porto Antico – Genova

il 2 luglio evento speciale con gli Indios Tetagua Guaranì al Castello d’Albertis

————————————————————————————————————————

PROGRAMMA:

29 GIUGNO

“SERATA INAUGURALE DEDICATA AD HAITI”

Ti Coca & Wanga Nègès [Haiti] – Prima Nazionale

Una serata dedicata ad Haiti, con una riflessione sulla natura. I Ti-Coca & Wanga-Nègès si distinguono fra i gruppi dedicati alla tradizione dei troubadour, piccoli ensemble di strumenti acustici, quali il graj, la fisarmonica, il contrabbasso o manoumba, in cui le composizioni costituiscono una cronaca dolce e amara della società.

Mokoomba [Zimbabwe] – Prima Nazionale

I Mokoomba uniscono la tradizione Afro Occidentale alla risuonante musica Tonga. Sono una band dall’indole estrema e selvaggia che piomba sul pubblico come un improvviso temporale! I canti Tonga sono fusi con i suoni di strumenti indigeni e occidentali. È sicuro che sarà impossibile non ballare!

30 GIUGNO

“LE VIE DEI GITANI”

ManoManouche [Italia] in “Tributo a Django Reinhardt”

ManoManouche è  il gruppo di riferimento italiano della cultura gipsy jazz contemporanea. A cent’anni dalla nascita di Django Reinhard il gruppo dedica un intero concerto al chitarrista gipsy che più ha influenzato il loro lavoro. In questo omaggio a Django, composto da soli strumenti acustici, propongo un swing gitano ricco di contaminazioni.

King Naat Veliov& Original Kocani Orkestar [Macedonia]

La nostra musica è pura tradizione – racconta Naat Veliov – è tramandata di padre in figlio. I King Naat Veliov & The Original Kocani Orkestar portano in Italia una specialità tutta tzigana: la brass band balcanica. Un suono composto da un insieme di ritmi frenetici e suoni ipnotici: è una musica che ubriaca!

1 LUGLIO

“SURVIVAL MUSIC->SURVIVAL PEOPLE”

Indios Tetagua Guaranì [Paraguay] – Prima Europea

Se sopravvivranno gli indigeni sopravvivrà anche il pianeta e se spariranno gli indios sparirà anche il pianeta. Gli indios sono i profeti del nuovo mondo, di un nuovo ordine di relazione tra gli uomini, la natura e Dio. Le società postmoderne devono attingere dalla sapienza dei popoli indigeni per non autodistruggersi e poter così sopravvivere.

Ospite della serata:
Celia Mara [Brasile]

Considerata l’alter ego femminile di Manu Chao, influenzata dallo stile brasiliano, da ritmi elettronici, dal jazz, dal reggae, dal funk e dal tango, Celia Mara è un’artista eclettica e dotata di una carismatica voce, nera e profonda. Con il suo luminoso sorriso, suadenti ritmi e caldi suoni, l’artista brasiliana porta al pubblico un messaggio di pace e giustizia.

2  LUGLIO

“RITMI MEDITERRANEI”

Taranta Social Club [Salento/Italia]

Il Salento è terra di grandi spazi bruciati dal sole, di  antiche storie ma anche di suggestioni e magie”. Questa l’origine di Taranta Social club, che nei loro concerti raccontano la storia, la tradizione e la memoria della gente del Salento. I ritmi incessanti della pizzica trascinano il pubblico travolgendolo in una danza terapeutica e liberatoria.

Adel Salameh [Palestina]

Nato a Nablus, è  un compositore e musicista palestinese che negli anni è stato definito ambasciatore della musica araba nel mondo. Il suo strumento, l’oud, antenato del liuto europeo, è considerato dal mondo arabo il sultano di tutti gli strumenti. Con la sua musica Adel è capace di costruire ponti e connessioni tra culture e paesi differenti.

2 LUGLIO Evento Speciale
h 17.00 – Castello d’Albertis, Museo delle Culture del Mondo – Corso Dogali 18
Ingresso gratuito alla performance

“INCONTRO CON GLI INDIOS GUARANÌ DEL PARAGUAY”

Testimonianza di Margarita Mijuanki e Maria Luisa Duarte, proiezione del video “Mita Karai” sulla cerimonia di iniziazione degli ava-guaranì (Josè Elizeche, 30 min.), e approfondimento sulla situazione attuale del popolo Guaranì a cura di Urbano Palacio.

Dalle 16 alle 18 è  possibile accedere al museo con biglietto ridotto di € 4,50.

La Caffetteria del Castello sarà aperta durante l’evento.

4 LUGLIO

“CANTI NOMADI”

Tuareg  Amanar [Mali] – Prima Europea

“Oggi la vera ribellione è il rispetto per la tradizione” dice Ahmed Ag Kaedi, direttore artistico del gruppo. I Tuareg Amanar arrivano dal Mali e ci raccontano le sofferenze della popolazione Tuareg, l’amore per le loro donne e per il deserto. Con ritmi frenetici e un’originale interpretazione catapultano il pubblico nella tradizione della regione Tuareg.

Vocal Sisters [Italia/Burkina Faso]

Le Vocal Sisters sono cinque donne, italiane e africane, che cantano, suonano le percussioni e danzano, muovendosi fra varie culture e tradizioni musicali. I canti zulu dell’Africa nera, le canzoni della lotta anti-apartheid, la musica brasiliana di Chico César e Caetano Veloso, i canti della tradizione popolare mediterranea. Un gruppo vocale fuori dagli schemi, che sorprende e lascia incantati al primo ascolto, scoperto artisticamente dal leader dello storico Quartetto Cetra, Virgilio Savona, che nel 1997 gli attribuì il “Premio Quartetto Cetra” per il settore World Music.

Infoline: tel. 0102542604 – info@echoart.org

Inizio concerti h 21 – Piazza delle Feste, Porto Antico Genova

Ingresso: intero € 10,00 ridotto € 8,00
riduzioni per associazioni, gruppi, over 70 e under 18 – abbonamento alle 5 serate € 40,00

Biglietteria in area concerti
Prevendita presso: Music Store, Porto Antico;
Prevendita on-line: www.happyticket.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: