h1

Il Carmine è un presepe: LA GRANDE MURGA DI NATALE

dicembre 6, 2010

Mercoledì 8 dicembre dalle ore 18.00 nel quartiere del Carmine, appena sopra Largo Zecca, si svolgerà “Il Carmine è… un Presepe” (4° edizione). “LA GRANDE MURGA DI NATALE” sostituirà quest’anno il consueto Presepe vivente in abiti tradizionali (causa lavori di riqualificazione di piazza del Carmine ed altri cantieri aperti nella zona). La Murga è una forma espressiva popolare collettiva, in cui il pubblico partecipa; uno stravagante corteo dove si suona, si canta, si salta… il suono dei tamburi e delle maracas annunciano la festa, a cui è difficile restare estranei. Protagonista il gruppo de “La Murga dei vicoli”, un gruppo di musicanti di strada che con le percussioni vuole dare visibilità a chi vive nell’ombra e voce a chi rifiuta il degrado e la speculazione nei caruggi.

Previsti eventi a sorpresa (con la partecipazione della soprano russa Tatiana Zakharova,  membro della Banda di Piazza Caricamento e del “Buridda Circus”, il Laboratorio di Giocoleria del Buridda), lungo le caratteristiche piazzette dell’antico borgo medioevale, illuminato con numerose luminarie posizionate ed accese dagli abitanti. Nella mostra di Alessandra Cavalli c/o il Laboratorio La Giuggiola nella piazza omonima,  presentazione di un originale calendario dipinto dell’Avvento, ispirato all’espressionista  astratto statunitense Mark Rothko.

Il festoso corteo della Murga partirà alle ore 18 da Piazza del Carmine (lato bar Marika) e si snoderà lungo Salita Negrone Durazzo, Vico della Fragola, Salita S. Bernardino, Vico Cioccolatte, Salita Monterosso, Piazza e Vico della Giuggiola, Salita e Piazza dell’Olivella, Salita San Bartolomeo del Carmine. Come nelle precedenti edizioni l’evento, ad ingresso libero e gratuito per la cittadinaza, sarà caratterizzato da accostamenti tra antico & moderno, sacro & profano.

La manifestazione è organizzato come sempre dall’associazione culturale “Cantiere di Idee del Carmine” in collaborazione con il C.I.V. “Zecca Carmine”; significativa la partecipazione di pubblico  degli anni scorsi (non lontana dal migliaio di presenze). Gli interventi artistici e di contaminazione  tra le arti  e l’attitudine “laica” che contraddistinguono l’evento (evidenziate anche dall’immagine simbolo, un presepe rivolto verso un televisore), chiariscono l’ampio respiro cittadino dell’iniziativa,  realizzata nell’ambito de “Il Tempo dei Presepi” con il supporto  dell’Ufficio Promozione della Città Comunicazione Turismo ed Eventi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: