Archive for the ‘FOTOGRAFIA’ Category

h1

SAVE THE CLIMATE – OPEN CALL 2013

marzo 25, 2013

Per il secondo anno il Gruppo locale Genova di Greenpeace propone un evento rivolto all’intera cittadinanza.

“SAVE THE CLIMATE – OPEN CALL 2013”

Non è un concorso fotografico, ma uno strumento di comunicazione e informazioni. Nessuna valutazione tecnica, nessuna pretesa artistica: solo mobilitazione delle coscienze, un’azione che ispiri altre azioni.

Il bando fotografico è aperto a tutti i cittadini.  L’iscrizione è completamente gratuita,  le foto (per un massimo di tre per partecipante) dovranno essere inviate entro il 7 aprile.

Link per scaricare il bando completo:
https://docs.google.com/file/d/0B6Cb…it?usp=sharing

per altre informazioni:

gl.genova.it@greenpeace.org

http://www.facebook.com/pages/Greenpeace-Gruppo-Locale-Genova/152388314863120

adv_greenpeace_colonna

 

 

Annunci
h1

Mostra fotografica

giugno 21, 2012

 

La mostra sarà inoltre visitabile dal giovedì al sabato dalle 17.30 alle 19.30.

 

h1

(NON) METTERE A FUOCO IL CLIMA concorso fotografico

maggio 3, 2012

  I volontari genovesi di Greenpeace hanno ideato il concorso fotografico “(NON) METTERE A FUOCO IL CLIMA” che  si ispira alla campagna “Energia e Clima”
In particolare, il concorso è diviso in tre sezioni, ciascuna riguardante un diverso aspetto dei cambiamenti climatici:
– Cause
– Effetti
– Alternative Sostenibili

I 40 scatti fotografici selezionati verranno esposti nella mostra “(Non)mettere a fuoco il clima” allestita presso Biblioteca Berio Genova dal 18 giugno al 3 Luglio.

La foto vincitrice del concorso sarà pubblicata in uno dei prossimi numeri di Greenpeace News, il periodico nazionale di Greenpeace Italia.

La scadenza per presentare i propri elaborati è il 15 MAGGIO 2012.

Per visionare o scaricare il bando integrale:
http://www.mediafire.com/view/?slhb1wpb19ggcbt

Link alla pagina di Facebook: http://www.facebook.com/events/256312871132036/

h1

INAUGURAZIONE della mostra “La mitad del mundo, Ecuador”

febbraio 1, 2012

Venerdì 3 Febbraio 2012 ore 17.30. Biblioteca Civica Berio, Sala Chierici inaugurazione della Mostra fotografica di Massimiliano Salvo :  “La mitad del mundo, Ecuador”.

 INAUGURAZIONE della mostra “La mitad del mundo, Ecuador”.

 La mostra esposta nel tunnel della Biblioteca sino al 16 febbraio, tratta da un reportage di Massimiliano Salvo, 25enne collaboratore di Repubblica, per Viaggi.Repubblica.it, vede l’esposizione di 18 fotografie che raccontano il viaggio dell’autore nelle maggiori città dell’Ecuador.

Il reportage racconta cinque storie di migrazione, attraverso le testimonianze di cinque ecuadoriani migrati a Genova e dei loro parenti rimasti in Ecuador. L’autore ha visitato le cinque famiglie in Ecuador ed è stato loro ospite a Quito, Portoviejo, Manta, Guayaquil.

La mostra è un viaggio nelle vite passate degli ecuadoriani che vivono a Genova. Vuole sottolineare che siamo spesso distratti dalla cronaca nera e dai comportamenti ecuadoriani che critichiamo, senza accorgerci che le loro vite non sono molto diverse dalle nostre. Come tutti convivono con sogni, speranze, delusioni. Guidati dal solo desiderio di vivere sereni e regalare una vita migliore ai propri figli, nella speranza di vederli laureati, con un bel lavoro e una famiglia felice.

Saranno presenti all’inaugurazione – oltre all’autore – Esther Cuesta (Console Generale dell’Ecuador a Genova); Erica Manna (giornalista collaboratrice di Repubblica); Francesca Lagomarsino (ricercatrice dell’Università di Genova); Graciela Del Pino (Presidente del Colidolat).

 

Orari: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 19.00

il martedì e il mercoledì fino alle 23.00

info: Massimiliano Salvo 338 8073938

h1

Lisetta Carmi: Un’anima in cammino

novembre 2, 2011

Venerdì 4 novembre 20.30 Teatro della Tosse, Sala Aldo Trionfo  proiezione di  “Lisetta Carmi- Un’anima in cammino” di Daniele Segre.

Lisetta Carmi una delle piu’ importanti fotografe viventi, oggi 87enne, negli anni ’60  immortalò su pellicola il lato artistico e poetico dei transessuali, restituendogli dignità e rispetto in un periodo in cui venivano visti come degli emarginati.

Anche Lisetta, come De Andrè, ha visto la parte umana del ghetto, la sofferenza e le emozioni dietro all’immagine sfrontata che i travestiti della zona di via del Campo e piazza Fossatello esibivano. E ne ha fatto un’arte, fermando su carta lucida i volti e gli sguardi, riscoprendo la gioia di essere donna a prescindere dal genere e dal sesso. In un’intervista dirà: ” In 6 anni di vita insieme li ho sempre protetti, stimati, ho vissuto la loro sofferenza, l’emarginazione, le violenze, gli arresti. Ma grazie a loro, ho capito me e ho riscoperto la gioia di essere donna in un periodo in cui mi ribellavo al ruolo che la società ci aveva assegnato”. Ancora oggi le sue foto fanno scalpore.

Daniele Segre è docente di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia-Scuola Nazionale di Cinema di Roma e all’Università di Pisa. E’ autore di “cinema della realtà”, di film di finzione e di spettacoli teatrali. Le sue opere sono spesso trasmesse dalle reti pubbliche e da molti anni presentate alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia e in diversi festival nazionali e internazionali.
Fonda nel 1981 la società di produzione “I Cammelli” e nel 1989 l’omonima “Scuola video di documentazione sociale”. Fra i suoi film documentari, quelli sui minatori del Sulcis (“Dinamite”, 1994), sui sieropositivi e malati di AIDS (“Come prima, più di prima, t’amerò”, 1995), sull’affettività nei giovani colpiti da sindrome di Down (“A proposito di sentimenti”, 1999), sulla chiusura di una fabbrica in Sardegna (“Asuba de su serbatoiu”, 2001) e sui problemi dei malati di Alzheimer e delle loro famiglie (“Tempo vero”, 2001).
Nel 2010 realizza tre film documentari: il ritratto della fotografa genovese Lisetta Carmi (“Lisetta Carmi, un’anima in cammino”), quello dell’editore pisano Luciano Lischi (“Luciano Lischi, editore” p) e quello del critico cinematografico Morando Morandini (“Je m’appelle Morando. Alfabeto Morandini”).

Lisetta Carmi sarà il filo conduttore dei tre eventi dell’ iniziativa “A forza di essere vento” un omaggio a Fabrizio De Andrè da parte della Comunità di San Benedetto al porto di Don Andrea Gallo, che nelle sere successive prevede:

SABATO 5 NOVEMBRE alle ore 17.00 presso la Casa di quartiere Ghettup in vico Croce Bianca 11r,  dove opera la Comunità San Benedetto al Porto con progetti di animazione sociale per riqualificare il territorio, Don Andrea Gallo ed alcune delle transessuali che Lisetta Carmi fotografo’ accoglieranno la fotografa, insieme all’associazione transgender sex worker “Princesa“.

DOMENICA 6 NOVEMBRE al Teatro Modena, in un clima crescente di emozioni, con la partecipazione del Coro “Le Colone” diretto dal maestro Giuseppe Tirelli per la regia di Claudio de Maglio: musiche e letture per coro e orchestra sui temi di Faber. Presenterà la serata Claudio Agostoni di Radio Popolare Network insieme a Don Andrea Gallo e a Don Luigi di Piazza.

h1

Tenzin va a scuola

marzo 25, 2011


Mostra fotografica ‘’Tenzin va a scuola’ – ingresso libero – una visuale sulla realtà di questa piccola zona dell’India del Nord chiamata Zanskar, definita anche il ‘’piccolo Tibet’’

La mostra è promossa dall’Associazione ‘’ Aiuto allo Zanskar’’ che sostiene lo studio di 300 bambini della zona, dalla materna alle superiori nel rispetto dell’autonomia e delle tradizioni del popolo Zanskaro.

La mostra ha luogo in un locale attiguo alla Libreria Finisterre (Truogoli di Santa Brigida) dal 18 Marzo all’ 8 Aprile 2011. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 17 alle 19 e su richiesta chiedendo alla Libreria. Presso la Libreria saranno inoltre acquistabili alcuni libri sui luoghi, in particolare la Guida al Laddah di Marco Vasta.

Maggiori notizie sull’Associazione si trovano sul sito http://www.aazanskar.org

h1

Appuntamenti a La Claque

marzo 24, 2011